Come probabilmente già saprete, la storia di Trieste è fatta di strati e di tanti popoli diversi che qui hanno vissuto: romani, veneti, austriaci, sloveni e chi più ne ha, più ne metta!

Dove voi studiate danza, in via del Coroneo 15, al posto di questo palazzo, sorgeva un grande anfiteatro estivo, fatto di legno, che si chiamava Minerva.

Sul suo palcoscenico si erano esibiti artisti incredibili: acrobati spericolati, famose attrici, cantanti dall'ugola d'oro e ballerine sopraffine.

Proviene dalla ginnastica artistica ma ha trovato nella danza contemporanea l’habitat perfetto per la sua creatività. Sperimentazione e contaminazione sono le sue parole d’ordine.

I ballerini dell'Opera di Parigi ci regalano un video danzante, omaggiando il personale sanitario che lotta contro il Coronavirus.

La danza forma corpo e mente e a volte può diventare il ponte ideale per altre strade artistiche e di vita. È ciò che è accaduto ad Anna Godina, giovane triestina 21enne che ha iniziato a studiare ad ArteffettoDanza a 5 anni e, con il passare del tempo, ha scoperto la propria vocazione attoriale.

E con questi ultimi due contributi si chiudono le prime attività via social di ArteffettoDanza: vince Paranza di danza Lucrezia Michielin per i corsi regolari! 

Aggiungiamo il video realizzato da Federica Marchesich per alcuni degli allievi della nostra Swing Crew!

A presto con nuove iniziative

Un calendario ricco di balletti, opere e concerti in programma dal 15 aprile all’ 11 maggio da parte del Teatro Bolshoi, in “prima visione” su Youtube.

Abbiamo appena ricevuto una dimostrazione di stima, affetto e sostegno che non possiamo tenere solo per noi!: a fronte delle difficoltà economiche che molti di noi stanno vivendo durante questa quarantena, i bei gesti si fanno notare e non vogliamo lasciarli passare inosservati!

Riceviamo con amore dalla nostra allieva scrittrice COSTANZA GRASSI, un bellissimo racconto per i nostri allievi più giovani

Trieste, Impero d’Austria, fine novembre 1856

All’Imperial Regia Accademia Asburgica di Danza ArtEffetto KunstEffekt non si stava più nella pelle: l’Imperatrice Elisabetta d’Austria era in visita ufficiale a Trieste e avrebbe degnato la scuola della sua regale presenza. Gli specchi erano stati lucidati, il parquet incerato e i tutù inamidati alla perfezione.

Oggi parliamo di un altro grande balletto del Repertorio classico: Il Lago dei Cigni.

Cari piccoli grandi danzatori e danzatrici Arteffetto,

Come state? Spero le vostre giornate siano piene di allegria, anche se magari vi capita di annoiarvi pure un po'.

Devo dirvi che a me una piccola dose di noia quotidiana piace. 

Rimette i miei pensieri disordinati al loro posto, senza che io debba fare particolari sforzi né esercizi difficili.

Vedo però che Greta non apprezza molto la noia, perché... beh dice che si annoia, appunto.